HALVING BITCOIN: Cos’è e perché è importante?

halving bitcoin

HALVING BITCOIN: Cos’è e perché è importante?

Per garantire che bitcoin fosse una buona riserva di valore rimanendo una valuta deflazionistica, Satoshi Nakamoto, il nome usato dalla persona/persone che hanno creato Bitcoin, ha programmato l’Halving Bitcoin, cioè il dimezzamento del bitcoin nel proprio protocollo.

Halving Bitcoin” si riferisce a un evento che si verifica ogni quattro anni quando i premi in blocco per i minatori di Bitcoin sono dimezzati. Ciò riduce del 50% la fornitura di nuovi bitcoin.

Estrazione di Bitcoin

In primo luogo, può essere utile avere una conoscenza di base del mining di criptovalute , il processo mediante il quale vengono creati nuovi Bitcoin. La rete Bitcoin funziona in un modo che non richiede pianificazione o autorità centralizzate. Le persone possono scambiarsi valore tra loro peer-to-peer, a un piccolo costo.

Ma con questo design, chi faciliterà le transazioni? È qui che entrano in gioco i miner. I “miner” di Bitcoin sono computer che elaborano le transazioni per la rete. Verificano che le transazioni siano valide e mantengono la rete sicura. In cambio, i miner ricevono nuovi bitcoin man mano che sono creati.

Le transazioni Bitcoin formano gruppi noti come “blocchi”. Ogni blocco viene collegato a tutti i blocchi precedenti, formando ciò che è noto come “blockchain”. Un nuovo blocco viene creato una volta ogni dieci minuti circa. I minatori competono per “trovare” il blocco successivo e guadagnarne le ricompense, con i minatori che hanno lavorato di più con le più alte probabilità di vincere la distribuzione di nuove monete simile a una lotteria.

A partire dal 2020, la ricompensa per aver trovato il blocco successivo è di 6,25 Bitcoin. Questo non cambierà fino al prossimo dimezzamento nel 2024. Sebbene i minatori di Bitcoin ricevano una piccola commissione per l’elaborazione delle transazioni, i premi per i blocchi sono molto maggiori e sono il motivo principale per cui le persone partecipano al processo di mining.

Quando si verifica l’halving di Bitcoin?

Il dimezzamento del bitcoin avviene una volta ogni quattro anni circa. Il primo dimezzamento risale al 2012, quando la ricompensa del blocco è stata ridotta a 25 BTC per blocco dai 50 BTC originali per blocco.

Bitcoin fu creato in risposta alla crisi bancaria del 2008. Nel blocco genesis, il primo blocco mai creato nella blockchain di Bitcoin, venne codificato un messaggio che diceva “Il Cancelliere sull’orlo del secondo salvataggio per le banche“. Questo voleva essere un riferimento a un titolo del London Times nel 2008 in merito ai salvataggi di istituzioni finanziarie che erano state ritenute “troppo grandi per fallire”.

Satoshi Nakamoto sembra aver cercato di sviluppare un sistema monetario che potesse funzionare meglio di quello creato dalle banche centrali. Una delle cose più importanti programmate nel protocollo che avrebbe cercato di raggiungere questo scopo era l’halving del bitcoin.

Riducendo costantemente l’offerta di nuova valuta, Bitcoin rimarrebbe per sempre una valuta deflazionistica, piuttosto che inflazionistica. Alcune persone (incluso, si potrebbe immaginare, Satoshi) credono che l’intervento della banca centrale nel sistema monetario contribuisca a molti dei problemi finanziari che affliggono la società moderna, come la disuguaglianza di ricchezza e le crisi finanziarie regolari.

Queste persone vedono la valuta fiat – denaro non supportato da oro o altro bene – e la capacità delle banche centrali di crearne quantità infinite dal nulla, come il nucleo del problema. Secondo questa scuola di pensiero, una valuta deflazionistica e decentralizzata come il bitcoin potrebbe fungere da antidoto all’attuale sistema monetario.

Chi ha scelto il programma di distribuzione di Bitcoin?

Cos'è l'halving di Bitcoin e perché è importante?

Per mantenere il suo valore, una nuova valuta deve avere un’offerta limitata ed essere difficile da creare. Quindi, secondo il whitepaper originale di Bitcoin, Satoshi Nakamoto , la cui identità rimane un mistero, ha preso la decisione di dimezzare la ricompensa del blocco di Bitcoin ogni quattro anni. Nakamoto è scomparso circa un anno dopo aver svelato il codice di rete Bitcoin.

Negli anni successivi si sono verificati dimezzamenti, con la riduzione dei premi in blocco come segue:

-2012: 25 Bitcoin

-2016: 12,5 Bitcoin

-2020: 6,25 Bitcoin

Quando sarà il prossimo dimezzamento di Bitcoin? Il prossimo dimezzamento avverrà nel 2024, quando la ricompensa del blocco sarà ridotta a 3.125 Bitcoin.

Il dimezzamento del bitcoin è una cosa buona o cattiva?

L’halving di bitcoin è considerato dagli appassionati di criptovalute una buona cosa. Si puo’ tranquillamente affermare che il dimezzamento è uno dei motivi per cui Bitcoin ha avuto un così grande successo ed è uno sviluppo tecnologico così rivoluzionario.

Per la prima volta abbiamo una forma di denaro che è profondamente deflattiva, ha un limite di offerta fisso (esisteranno solo 21 milioni di bitcoin) e può essere prodotta solo investendo elettricità e potenza di calcolo.

Rispetto alle valute fiat nazionali che hanno un’offerta illimitata e possono essere create dal nulla, Bitcoin è incredibilmente scarso.

Alcuni dicono che Bitcoin sia il denaro “più difficile” mai conosciuto, il che significa che Bitcoin è difficile da creare e ha un’offerta limitata. In questo senso, Bitcoin è simile all’oro. Anche l’oro deve essere estratto e ha una scorta scarsa. Questo è il motivo per cui da qualcuno Bitcoin è chiamato “oro digitale”.

L’halving ha qualche effetto sul prezzo di Bitcoin?

Per rispondere a questa domanda, potrebbe essere utile guardare ai dimezzamenti precedenti. Finora, ce ne sono stati tre dall’inizio del bitcoin nel 2009.

Storicamente, il prezzo di Bitcoin è aumentato drammaticamente nei 18 mesi successivi al dimezzamento. Dopo il primo dimezzamento avvenuto nel 2012, Bitcoin ha raggiunto il record di oltre $ 1.000 nel novembre 2013. Nell’aprile di quell’anno, prima del dimezzamento, Bitcoin allo scambio era valutato a meno di $50.

Il secondo dimezzamento si è verificato nel 2016. A dicembre 2017, Bitcoin ha raggiunto il record di quasi $ 20.000 , rispetto a meno di $ 1.000 nel gennaio di quell’anno.

In generale, Bitcoin tende a salire rapidamente ad un certo punto dopo l’halving. Poi c’è un crash, che a volte si traduce in drawdown fino al 90%. Dopo aver ristagnato per un po’ di tempo, il prezzo inizia ad apprezzarsi lentamente fino al dimezzamento successivo e il ciclo si ripete. Questa è una versione eccessivamente semplificata degli eventi, ma offre un’idea generale di come il dimezzamento del bitcoin abbia influenzato storicamente i prezzi.

Detto questo, le performance passate non sempre indicano risultati futuri. Inoltre, i mercati si muovono per una serie di ragioni, da questioni geopolitiche e da eventi macroeconomici. Le criptovalute a volte possono essere correlate a mercati finanziari più ampi, quindi è difficile stabilire se il dimezzamento sia stato la causa esatta di un aumento dei prezzi.

L’asporto

Il dimezzamento del bitcoin, quando la quantità di monete che i minatori ricevono in cambio delle transazioni di elaborazione vengono dimezzate, avviene una volta ogni quattro anni. Ci sono stati tre dimezzamenti fino al momento in cui scrivo.

Storicamente, il prezzo di Bitcoin è aumentato dopo l’halving. Questa tendenza segue i modelli stabiliti dalla legge della domanda e dell’offerta. Una minore offerta di qualcosa può significare che il suo prezzo aumenterà, fintanto che la domanda rimane stabile o aumenta.

Questo fondamentale vantaggio economico fa parte di ciò che fa credere ad alcune persone che Bitcoin sia unico come riserva di valore . L’unica altra forma di denaro che condivide caratteristiche simili è l’oro, portando alcuni a chiamare bitcoin “oro digitale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: I contenuti sono protetti